Archivio per l'etichetta ‘avversari

L’avversario di turno: Pro Vercelli   Leave a comment

Scontro al vertice. I piemontesi allenati da Maurizio Braghin, in serie positiva da 5 partite, occupano il terzo posto in classifica. Per la Pro i tre punti non arrivano dal giorno della sentita quanto affascinante sfida contro il Casale. Da quel successo le Bianche Casacche non hanno più trovato la via del gol e si sono dovute accontentare di due 0-0 consecutivi. Non fa notizia l’imperforabilità della porta difesa da Valentini. Il reparto arretrato, con sole 11 reti concesse agli avversari, risulta essere il migliore del girone A.
I problemi per la squadra vercellese cominciano dalla cintola in su. Le 25 reti messe a segno rappresentano un bottino scarno per una squadra che punta alla vittoria del campionato. Sicuramente l’acquisto di Simone Malatesta, già autore di 3 gol, può essere determinante per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. L’attaccante, ex Carpi, è arrivato per dare man forte al duo Di Piazza-Santoni. Il primo, contro la capolista, non ci sarà per squalifica; il secondo, dopo un girone d’andata condito da 5 marcature, ha voglia di tornare ad esultare. A completare il terzetto offensivo nel 4-3-3 di mister Braghin sarà sicuramente Matteo Bonomi, un ex in terra bergamasca. Giocatore estroso e prolifico, è il cannoniere principe della squadra piemontese. Otto le sue realizzazioni, di cui la metà su calcio di rigore.
Altro dato interessante che si può estrapolare dopo 21 partite, è quello relativo alle sconfitte subite. La Pro Vercelli, a braccetto con la FeralpiSalò, è la formazione meno battuta. Solo 2 volte ha dovuto lasciare agli avversari l’intera posta in palio. Il secondo record è quello che rappresenta la vera forza dei Bianchi Piemontesi, ovvero l’imbattibilità casalinga. Nessuno è riuscito, finora, a espugnare il “Silvio Piola”; pochissimi quelli che hanno avuto il piacere di festeggiare un gol nel fortino vercellese. Numeri e statistiche alla mano, sembrano esserci tutti gli ingredienti per poter confezionare una sfida di alto livello. All’andata la ciliegina sulla torta l’ha messa il biancoazzurro Teso. Alla Pro Vercelli il compito di rendere indigesta la trasferta dei primi della classe.
Antonio Priore
Annunci

L’avversario di turno: Savona   Leave a comment

Una vittoria per i play-off. Il Savona di mister Foschi, dopo venti gare disputate, si trova a 5 punti dal quinto posto (ultimo a disposizione per disputare gli spareggi-promozione). La formazione ligure non perde da 5 partite. Dopo un ottimo avvio di campionato, i bianco-blu hanno dilapidato il buon lavoro iniziale conquistando 1 sola vittoria in 11 partite. Se a questo score aggiungiamo i 4 punti di penalizzazione, possiamo capire come gli obiettivi stagionali siano cambiati. Una squadra costruita per vincere, adesso si trova a lottare per un posto nelle prime cinque. I savonesi possono vantare un buon ruolino di marcia lontano dal “Valerio Bacigalupo”. Soltanto una sconfitta in trasferta. Nessuno meglio di loro nel girone A. Perso l’attaccante De Angelis, passato all’Avellino durante la finestra di mercato, gli occhi saranno puntati su Michele Tarallo. Forte del suo bottino di 8 gol, sarà un cliente ostico per la difesa biancoazzurra. Le speranze di portare a casa i tre punti passeranno anche dai raffinati piedi del centrocampista argentino Andres Bottiglieri. Cinque le realizzazioni, finora, per il talentino classe 1988. Un’arma in più per gli uomini di mister Foschi che si presenteranno al Comunale forti di un dato statistico interessante. Negli ultimi due confronti diretti, la gara d’andata e la partita di poule scudetto la passata stagione, hanno sempre avuto la meglio quando hanno visto biancoazzurro. Precedenti che rendono ancora più interessante la sfida di domenica. Riuscirà il Savona a confermarsi la “bestia nera” della Tritium?
Antonio Priore

L’avversario di turno: Casale   Leave a comment

Penultimi in classifica, a una lunghezza dal baratro. E’ questo il dato che emerge dopo venti partite di campionato. Per il Casale di mister Buglio quella contro la Tritium potrebbe essere una delle ultime possibilità di agganciare il treno-salvezza. La distanza che separa i nerostellati dalle dirette concorrenti è di soli 2 punti. I piemontesi finora hanno collezionato soltanto due vittorie, cinque pareggi e ben dodici sconfitte. Il dato più allarmante è quello che riguarda il rendimento lontano dal “Natale Palli”. Zero vittorie e soltanto 4 gol realizzati. Anche tra le mura amiche, le cose non vanno benissimo. Peggior difesa casalinga con 17 reti subite. In generale, il Casale risulta avere l’attacco meno prolifico del girone (11 gol realizzati) e la difesa più perforata (ben 33 volte). I numeri parlano chiaro, è tempo di dare una svolta alla stagione.
Per cercare di risalire la china, durante l’ultimo giorno di contrattazioni il Casale ha effettuato tre innesti. L’estremo difensore Marco Chinchio è passato alla Nocerina in cambio del difensore Aldo Perricone, classe ’86. L’argentino Mariano Fernandez è stato ceduto al Cosenza. Dalla Calabria è arrivato Nikola Olivieri, trequartista di 24 anni. L’ultima operazione di mercato è uno scambio che riguarda la Tritium da vicino. Alla corte di Buglio è arrivato il “nostro” Andrea Gavazzeni. Il percorso inverso è stato compiuto da Paride Valtulini, anch’egli difensore e già agli ordini di mister Vecchi due anni fa nella Colognese. Uno strano incrocio di destini ha voluto che il primo avversario da affrontare per entrambi fosse la loro ex squadra. La speranza è che Gavazzeni, autore di tre reti in due partite nel Quadrangolare di Lega Pro, non scateni per questa domenica il suo fiuto del gol.
Antonio Priore

L’avversario di turno: Virtus Entella   1 comment

Non vince da due mesi fuori casa e viene da tre pareggi consecutivi in campionato. La Virtus Entella di Cristiano Bacci occupa l’undicesimo posto in classifica. La situazione non è preoccupante, la zona play-out è lontana 7 punti. Numeri alla mano, i liguri risultano avere qualche problema lontano dalle mura amiche. Soltanto una vittoria, a fronte di 3 pareggi e 4 sconfitte. Non va meglio dal punto di vista realizzativo, 7 le reti segnate. Un dato, però, potrebbe creare dei grattacapo alla Tritium, ovvero quello delle reti subite in trasferta. Sono solo 8 le volte in cui Paroni ha dovuto raccogliere la palla nella propria rete. Altra caratteristica è la tenacia. L’undici ligure non si arrende mai prima del triplice fischio finale, una dimostrazione è data dalle 7 reti segnate negli ultimi 10 minuti di gioco. Oltre a questa, la Virtus Entella ha altre carte da giocare. Il trio Soragna-Vasoio-Marrazzo ha realizzato ben 14 reti sulle 19 totali. Se a questi si aggiunge Masi, l’altra punta a disposizione di Bacci, il bottino sale a 16 gol. Un reparto offensivo di tutto rispetto. L’allenatore ligure nel match di andata ha optato per un 4-3-3 con il trio sopra citato. Lo schieramento spregiudicato non ha giovato ai Diavoli neri che, sul sintetico di Chiavari, sono caduti sotto i colpi di Spampatti. Nelle ultime partite il tecnico biancoceleste ha optato per un più prudente 4-3-2-1. Domenica sarà temerario o attendista? Al campo di gioco l’ardua sentenza.
Antonio Priore
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: