Floriano-Teso e il Renate va giù. La Tritium è in testa alla classifica   2 comments

TRITIUM CALCIO 1908 2
A.C. RENATE   0
Marcatori: 42′ Floriano, 73′ Teso

TRITIUM CALCIO 1908 (4-4-2): Pansera; Fondrini, Teso, Malgrati, Riva; Floriano (89′ Valtulini), Vecchio, Daldosso, Chimenti (57′ Di Ceglie); Sinato, Lenzoni (75′ Bortolotto R.). (a disp. Sacchetto, Martinelli, Corti, Toscano) All. Vecchi
A.C. RENATE (4-4-2): Campironi; Adobati, Cortinovis (32′ Gianola), Bergamini, Gavazzi; Brignoli, Gualdi, Cavalli, Pianetti (59′ Battaglino); Ravasi (67′ Moretti), Mazzini. (a disp. Amadori, Di Mario, Cerea, Guidetti). All. Boldini
Arbitro: sig. Minelli di Varese
Assistenti di linea: sig. Boz di Crotone, sig. Balzano di Cagliari
Spettatori: 350 circa
Condizioni di gioco: Giornata fredda e umida. Campo in buone condizioni
Calci d’angolo: 3-2 per il Renate
Fuorigioco: 5-2 per la Tritium
Ammoniti: Riva (T), Bergamini (R), Gualdi (R), Ravasi (R), Gianola (R), Cavalli (R), Vecchio (T)
Espulsi: –
Recupero: 2′, 4
TREZZO SULL’ADDA (MI), 13 feb 2011 – Primo posto. A inizio anno nessuno lo avrebbe immaginato. Ma dopo sei mesi di professionismo, la Tritium ora è una realtà. Il Renate sfuria e si batte nella prima mezzora. Poi lo scavetto di rigore di “Niño” Floriano, scioglie l’ansia dopo tre pareggi consecutivi. Il raddoppio di Teso è il regalo che non ti aspetti. «Chiunque viene impiegato, si sente protagonista di qualcosa» dirà a fine partita. In mezzo la capacità di aspettare, di giocare male quando serve e poi di dirigere la partita con il bel gioco. La Pro Patria potrebbe tornare sopra già da mercoledì (recupero con la Valenzana ndr). Ma intanto questa domenica la raccontiamo dal tetto più alto.
Mister Vecchi deve fare i conti con qualche acciaccato di troppo. Le defezioni di capitan Dionisi (squalificato), Enrico Bortolotto (risentimento muscolare) e Spampatti (frattura del mignolo destro) riportano nel mazzo carte mai dimenticate. Chimenti torna sulla corsia sinistra, con Floriano sull’out destro. Teso completa una coppia difensiva inedita con Malgrati, alle spalle della coppia Daldosso-Vecchio. In avanti, conferma per Lenzoni e Sinato. Nel Renate, Ravasi viene preferito a Battaglino. Brognoli, non in perfette condizioni, presidia la fascia destra, nel solito 4-4-2 di mister Boldini. 

La partita è da subito vivace. Nei primi dieci minuti, Vecchio si inserisce per due volte nella difesa brianzola. La seconda è quella buona e trova Riva al limite dell’area. L’esterno prima controlla male, poi calcia al volo di sinistro, con palla di poco alta. La manovra biancoazzurra però è macchinosa. Il Renate pressa in modo rude già dalle parti di Pansera e l’unica soluzione per Malgrati, Teso e Daldosso è la palla lunga per gli attaccanti. Su uno di questi lanci lunghi, Lenzoni svetta sopra Bergamini. La palla si impenna al limite dell’area, dove Floriano come al solito arriva primo. Grande esterno destro al volo e palla fuori di un nulla. Due minuti dopo però, il Renate ha l’occasione migliore. Brognoli magheggia sulla linea di fondo. Il suo cross basso passa oltre le mani di Pansera. Sul secondo palo Pianetti è solo, ma manca il controllo in modo clamoroso, prima della deviazione a porta vuota.

Il Renate è quel concentrato di grinta e corsa che ci si aspettava. Ma al 32′  Cortinovis si infortuna e la partita cambia. I nerazzurri si innervosiscono, perdono in sostanza. La Tritium ne approfitta subito. Al 34′ Lenzoni spizza di testa. Il neo entrato Gianola manca il contatto con Sinato che lo sfila e si presenta solo davanti a Campironi. L’uscita del portiere renatese però è perfetta e la puntata del bomber biancoazzurro è deviata in angolo. Un minuto dopo, è ancora Sinato a rientrare da destra. Tunnel delizioso su Gavazzi e botta di sinistro sul secondo palo. Campironi compie un altro miracolo. Vecchi inverte le fasce di Floriano e Chimenti, per sfondare dalle parti di Adobati. Ma al 42′ è il lato sinistro del Renate a cedere. Daldosso premia in verticale l’ampiezza di Sinato. L’attaccante piemontese aspetta Gianola, lo sente alle sue spalle e, quando l’ex milanista tenta l’intervento, rientra verso la porta. Il tocco è lieve, ma c’è. Minelli punta dritto il dischetto. Senza il cecchino Dionisi, è Floriano ad andare sulla palla. Partenza veloce e cucchiaino centrale per il vantaggio trezzese. Il Renate protesta e, nei minuti finali del primo tempo, la partita si fa nervosa. Gualdi, Ravasi, Bergamini e Gianola si guadagnano un giallo a testa. Poi tutti negli spogliatoi.
Nel secondo tempo nessun cambio, ma al 47′ la Tritium potrebbe già passare. Daldosso anticipa la punizione, come studiato in settimana. Floriano si inserisce nella difesa immobile. Campironi è ancora bravo ad anticipare l’uscita e costringe l’esterno all’errore. Vecchi inserisce Di Ceglie per Chimenti e passa al 4-2-3-1. Lenzoni va a destra e Daldosso avanza alle spalle di Sinato. Boldini risponde con l’inserimento di Battaglino sulla destra a sostegno dell’ex di turno, Davide Mazzini. La mossa non dà i frutti sperati. Il fantasista milanese è fuori ruolo e non incide. E a centrocampo il Renate, in inferiorità, perde le misure. Dopo pochi minuti, i brianzoli giocano anche la carta Moretti, ma al 73′ la Tritium ammazza la partita. Daldosso batte ancora veloce e trova Sinato. Colpo di testa all’indietro e palla che arriva sul secondo palo, dove Teso controlla da attaccante consumato e spara sul secondo palo. La palla passa sotto la presa di Campironi, tocca la traversa ed entra in rete.
La partita cala di intensità e la Tritium gestisce in possesso palla. Roberto Bortolotto sostituisce Lenzoni sulla destra e Daldosso torna nel trio di centrocampo con Di Ceglie e Vecchio. Il Renate non riesce più a far male e si limita solo a qualche intervento deciso. Mazzini cerca gloria sulla destra, ma è troppo tardi. Vecchi non vuole rischiare nulla e all’89 c’è tempo anche per l’esordio in biancoazzurro di Paride Valtulini, difensore centrale ex Colognese arrivato in settimana dal Casale. Gavazzi tenta il destro potente dal limite, ma la palla è alta. Barozzi solleva in quattro minuti di recupero e Roberto Bortolotto avrebbe l’occasione per fare tris. Daldosso è ancora splendido nell’assistenza. Il fantasista, a tu per tu con Campironi, cerca di sinistro il palo più lungo. Ma il giovane portiere milanese, conclude la sua partita da migliore in campo con l’ennesimo grande intervento. Fischio finale, il Comunale esplode. Almeno per tre giorni, nessuno è meglio di noi.
Manuel Monzani
Annunci

2 risposte a “Floriano-Teso e il Renate va giù. La Tritium è in testa alla classifica

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Grande TRITIUM….l’unica squadra che mi soddisfazione!!!

    ciao

  2. Non ci sono piu’ parole….
    Ancora una volta grandi .
    Sono stupito del fatto che Tramezzani su Raisport abbia indicato
    l’arbitro di domenica come il migliore della giornata nel nostro girone…..
    Complimenti comunque alla squadra che ha saputo trattenersi
    dai continui tentativi del Renate di innervosire la partita.
    Complimento particolare a Teso (per il match , per il goal e per la sua professionalità).
    Voglio poi augurare a Enrico Bortolotto ed a Cristian Spampatti
    di riprendersi presto (abbiamo bisogno assolutamente del vostro
    apporto)
    E… in attesa del big match col Savona
    Forza Tritium
    e….. tutti allo stadio
    JtS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: