L’esordio è un braccio di ferro: a Montichiari finisce 1-1   1 comment

A.C. MONTICHIARI 1928 1
TRITIUM CALCIO 1908 1

Marcatori: 18′ Dimas (rig.), 77′ Lenzoni

A.C. MONTICHIARI (4-4-2): Brignoli, Verdi, Guatta, Fusari, Zaffagnini, Antoniacci, Muchetti, Di Quinzio (74′ Girardi), Bertazzoli, Selvatico (89′ Filiciotto), Dimas. All.Ottoni. (panchina: Gambardella, Filippini, Bettenzana, Bosio, Negrello)
TRITIUM CALCIO 1908 (4-4-1-1): Pansera, Fondrini, Riva, Vecchio, Teso, Dionisi, Bortolotto E., Daldosso, Lenzoni (80′ Sinato), Bortolotto R. (62′ Floriano), Chimenti (46′ Spampatti). All.Vecchi. (panchina: Sacchetto, Gavazzeni, Malgrati, Di Ceglie)
Arbitro: sig. Castrignano di Brindisi
Assistenti di linea: sig. Sirchia di Genova, sig. Giampietruzzi di Genova
Spettatori: 350 circa
Condizioni di gioco: Giornata fresca. Campo in condizioni buone.
calci d’angolo: 6-3 per il Montichiari
Fuorigioco: 7-2 per il Montichiari
Ammoniti: Teso (T), Riva (T), Selvatico (M)
Espulsi: –
Recupero: 2′, 4′

L'11 contro il Montichiari (©Rino Tinelli)

MONTICHIARI (BS), 29 agosto 2010 – Un errore punito in modo spietato. Una reazione importante. Il primo giorno di scuola nei campionati professionistici dopo 102 anni di vita, sono già ricchi di insegnamenti per la nostra Tritium. Il Montichiari è la tipica squadra di serie C. Solido in difesa, alto nel pressing e crudele nel punire gli sbagli. Ma anche i biancoazzurri, forse ancora un po’ timidi, dimostrano una prima, importante caratteristica. Quella pazienza, quella coerenza con il proprio dna di gioco, che alla lunga ti premia.

Mister Vecchi conferma la formazione che nella “prima” ufficiale aveva vinto a Pergocrema. A destra Fondrini è preferito a Gavazzeni. Teso e Dionisi centrali di difesa con Riva sulla corsia sinistra. A centrocampo Daldosso e Vecchio sono gli interni, Enrico Bortolotto e Chimenti occupano le fasce. Lenzoni è la prima punta, con Roberto Bortolotto libero di svariare alle sue spalle. Il modulo del Montichiari è del tutto speculare a quello dei biancoazzurri: il brasiliano Dimas agisce sulla trequarti, il resto della squadra tiene le linee serrate in un 4-4-2 ordinato.

Dopo il fischio d’inizio, succede poco o nulla. Le squadre sono molto attente a mantenere le loro posizione e le azioni si sviluppano soprattutto in orizzontale. La Tritium cerca spesso i Bortolotto nella zona nevralgica, mentre i bresciani, si affidano soprattutto all’estro di Dimas, da subito punto di riferimento tecnico dell’undici di Ottoni. La prima azione degna di nota arriva al 18′ ed è subito gol. Daldosso perde palla al limite dell’area, Dimas si invola verso la porta. Teso lo affronta al limite e lo abbatte. Dentro o fuori? Il sig. Castrignano dice dentro, è rigore. Sul dischetto va lo stesso Dimas che incrocia nell’angolino alla destra di Pansera. 1-0.

Il vantaggio è numerico, ma per dieci minuti il contraccolpo è psicologico. La Tritium è contratta, il Montichiari è più sicuro e al 20′ ha l’occasione per raddoppiare. Prima Dimas spara su punizione e costringe Pansera alla deviazione. Sull’angolo seguente, Guatta svetta di testa, ma mette alto. Il pressing del Montichiari è asfissiante e la fisicità di Fusari e Selvatico, mette i nostri in difficoltà. L’azione scorre libera solo sulla sinistra, dove gli inserimenti di Riva aiutano a spostare il baricentro più avanti e a creare le prime occasioni. Al 38′ Enrico Bortolotto rientra dalla destra e crossa sul secondo palo. Chimenti incrocia bene al volo di sinistro, ma la palla è fuori di poco. Due minuti dopo Fondrini cede a Roberto Bortolotto. Il cross del nostro numero 10 è respinto al limite, dove Daldosso è bravo nel controllo, un po’ meno nel tiro, con palla che finisce sul fondo. La timidezza sembra scappare via e le proteste con il direttore di gara sono un segno. Al 42′ Riva lancia in verticale Roberto Bortolotto. Zaffagnini è in ritardo, ma riesce a chiudere con l’aiuto dell’ottimo Brignoli. Prima di andare negli spogliatoi però, è ancora Dimas a farsi vedere. Con un altra punizione tesa dalla sinistra che chiama Pansera a un intervento plastico. Fine primo tempo.

A inizio ripresa, le intenzioni di mister Vecchi appaiono subito chiare. Fuori Chimenti dentro Spampatti e squadra a trazione anteriore con Roberto Bortolotto dirottato a sinistra. Nella nuova posizione il fantasista veneto trova spazio e concretezza. Al 53′ difende palla sul vertice dell’area e crossa sul secondo palo per il fratello Enrico. Lo stacco come al solito è imperioso, ma la palla esce di poco sul palo opposto. Al 59′ il Montichiari, ora piuttosto guardingo, torna a fare paura. Dimas parte da sinistra. Selvatico chiude l’uno-due in modo magistrale. Il brasiliano arriva davanti a Pansera, ma schiaccia il tiro sull’esterno della rete. Vecchi gioca anche la carta Floriano, che a sinistra prende con vivacità il posto di Roberto Bortolotto. Ma al 72′ sono i bresciani a fuggire in contropiede. Dal tre contro tre nella metacampo biancoazzurra esce una punizione al limite che Dimas calcia a un filo dall’incrocio sinistro dei pali. L’inerzia della partita, però, è cambiata. La Tritium ora ha più coraggio, il Montichiari si abbassa ancora e paga subito. Al 77′ Daldosso è bravissimo a battere rapido una punizione sulla nostra trequarti (tra le proteste dei locali). Floriano si incunea dalla sinistra. La sua palla filtrante è respinta, ma il rinvio lo colpisce al volto. Il rimpallo libera Lenzoni davanti alla porta. Brignoli esce basso, il bomber toscano lo scavalca con un pallonetto al millimetro e accompagna in rete il pareggio.

Vecchi vuole vincere e poco dopo spende l’ultimo cambio per il debutto di Sinato, proprio al posto di Lenzoni. Enrico Bortolotto più vicino a Spampatti e l’ex Rodengo Saiano sulla corsia di destra, per un 4-3-3 puro. Il Montichiari mette fuori il naso e all’82 è la Tritium ad andare in contropiede. Ma Spampatti sbaglia la misura del cross, con Floriano libero sul secondo palo. Quattro minuti dopo i trezzesi accorsi in massa al “Menti” urlano al gol, ma il tiro al volo di Enrico Bortolotto si stampa alla base del palo a Brignoli battuto. I minuti finali scorrono via veloci, con le squadre troppo stanche per colpirsi ancora. Prima trasferta, primo punto e una buona sensazione generale per la reazione dimostrata. Ma la conferma che questa non è la Serie D e che per vincere saranno necessarie tutte le migliori caratteristiche dei nostri ragazzi.

Manuel Monzani

Guarda qui il racconto per immagini della partita di Rino Tinelli

Annunci

Una risposta a “L’esordio è un braccio di ferro: a Montichiari finisce 1-1

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Pingback: 1^G, Montichiari-Tritium (1-1): le immagini « Il Biancoazzurro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: