Nascono “I Longobardi”, il nuovo gruppo di tifosi Tritium   Leave a comment

Non ultras, ma nemmeno sprovveduti. Che il professionismo avrebbe cambiato la vita delle curve ve lo avevamo già detto qui. Ma che il cambiamento fosse già in atto anche a Trezzo, è una vera novità. L’iniziativa è di Stefano Robbiati, uno che la Tritium se la porta tatuata addosso (e non per modo di dire) e che da figura a metà tra campo, dirigenza e curva ha sentito per primo l’importanza di una riorganizzazione. Nasce così un nuovo gruppo organizzato di tifosi dal nome forse roboante, ma di sicuro impatto: I Longobardi.

Che il progetto avesse già delle radici lo dimostra la data d’esordio. Lo stendardo ufficiale sarà esposto già il 15 agosto a Crema, nella prima uscita ufficiale dei biancoazzurri in Coppa Italia Lega Pro 2010/2011. La domanda sorge spontanea: ma la Tritium non aveva già i suoi “Fanatici”? «La creazione de “I Longobardi” vuole rispondere a un’esigenza precisa – dice Robbiati -. La volontà di creare una rete organizzativa efficiente e preparata, che abbia chiaro quali sono i nuovi vincoli imposti dal professionismo». Già, quali? «Si parla di aderire al progetto Tessera del Tifoso, di accredito almeno 48 ore prima delle partite in trasferta, di biglietto elettronico e nominale da ottenere per via telematica. Questo lavoro necessita di referenti precisi e affidabili che parlino con il benestare della Tritium Calcio 1908 Srl alle altre società, alle aziende di trasporto e alla Questura. Tutto questo oggi non c’è e va creato».

In effetti, il punto è delicato. Per l’accesso agli stadi di Lega Pro valgono le regole delle serie maggiori. Ingressi e uscite separati tra locali e ospiti, tornelli e controlli alle entrate, con postazioni di riconoscimento elettronico, e biglietto nominale unico. Una nuova burocrazia che renderà più complicata la domenica in “Pista”, ma soprattutto la partecipazione alle partite negli stadi di altre società. Dice ancora Robbiati: «Inizia una nuova stagione per la squadra, ma anche per noi tifosi. Dal 15 agosto, cori offensivi ad avversari e arbitro, lancio di oggetti, fumogeni e danneggiamenti vari ricadrebbero in maniera sistematica e pesante sulle spalle della società. Questo non può e non deve succedere. Per una questione economica, ma anche culturale. Parliamo di stadi per tutti. E “I Longobardi” saranno di tutti. Grandi e piccoli. Di tutti quelli che amano gustarsi una partita di calcio e amano la Tritium».

E nel frattempo, mentre il gruppo si organizza sulla rete (a breve vi daremo gli estremi per l’iscrizione al gruppo Facebook e più avanti l’indirizzo del nuovo sito creato ad hoc), pare sia già deciso il nuovo simbolo: «La nostra effige sarà un guerriero, perchè il popolo longobardo è alle radici della storia di Trezzo sull’Adda e della Lombardia». Reminescenze politiche o battagliere? «No. L’unica arma che il guerriero avrà per le mani sarà una bandiera della Tritium».

Manuel Monzani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: